Video della giornata di ieri. Come si può evincere, la polizia ha tentato una provocazione gratuita, che non ha funzionato perché identificata come tale dalla piazza. Poi, durante il gravissimo intervento del sindaco Barbieri (che parla di “indagare su lati oscuri della resistenza”, revisionismo puro) dalle prime file è sorta una contestazione spontanea.

Un segnale importante, il secondo dopo il 10 febbraio, di come la soggettività giovanile e meticcia animi i movimenti sociali. Vediamo come questa abbia la potenzialità di costruire egemonia e consenso sui propri contenuti ma, senza una costante partecipazione cittadina e popolare, è costretta a portare la croce di organizzare da sola la rabbia e il rifiuto verso le derive di revisionismo e razzismo a cui l’attuale giunta sta riducendo Piacenza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento